Alessandro Robecchi a ScrittuRa Festival

Alessandro Robecchi

Il 29 maggio per gli incontri con gli autori organizzati da ScrittuRa Festival, in Piazza Unità d’Italia a Ravenna, Alessandro Robecchi.

Alessandro Robecchi collabora con alcuni giornali tra cui Il Fatto Quotidiano, Micromega, pagina99; è uno degli autori dei programmi televisivi e gli spettacoli di Maurizio Crozza.

Su ReteINDACO potete trovare “Piovono pietre. Cronache marziane da un paese assurdo”, uno dei suoi primi romanzi.

Alessandro Robecchi

A ScrittuRa Festival Parla del suo ultimo romanzo “Torto Marcio” e di come la sua carriera poliedrica lo abbia trascinato infine sui lidi della narrativa. 30 anni di professione: ha scritto per riviste, radio, televisione. Ambiti in cui l’estro dello scrittore viene inevitabilmente tarpato da tempi, spazi, argomenti ristretti. Poi arriva il romanzo, con la sua libertà totale, la creatività, l’ampio respiro.

Parla di libertà. Di essere scrittori polimorfi, che non si adattano ad un unico genere. Di non darsi troppi confini perché ad Alessandro i confini non piacciono molto. La libertà di fare satira. Una satira vera, graffiante, pericolosa, fastidiosa. Perché se non fosse fastidiosa non sarebbe satira.

“Prima regola: nella satira non ci sono regole!” [Cit. Dario Fo]

Un’arma acuminata, che spesso viene dal basso e si trasforma in letteratura popolare.

Infine Alessandro Robecchi parla di linguaggio.

La colonna portante del suo lavoro è la comunicazione. Trasmettere un messaggio che possa arrivare alle persone e che colpisca in profondità. Un linguaggio che possa sdrammatizzare, che ironizzi su tutti gli aspetti della vita. Affrontando così anche le tematiche più crude.

Disponibile su ReteINDACO, oltre a  “Piovono pietre. Cronache marziane da un paese assurdo”

un’interessante intervista a Alessandro Robecchi tratta dalla collezione video RAI dalla stagione di Doc3.

___________________________________________________________

Foto Redazione ReteINDACO

Post a cura di Anna Busa e Giulia Chiara Staffa – Redazione ReteINDACO