La nuova sfida di Pamuk: “La donna dai capelli rossi”


La nuova sfida di Pamuk: “La donna dai capelli rossi”

La Turchia di Orhan Pamuk

E’ il primo turco a ricevere un Nobel per la Letteratura, vinto nel 2006.  Vincitore nel 2012 del Premio Sonning per il contributo dato alla crescita culturale europea. Due riconoscimenti che dicono molto dello scrittore che come nessuno ha saputo narrare Istanbul, Una scrittura quella di Pamuk che inizia negli anni ’70 del Novecento e che trova la massima popolarità con il romanzo “Il libro nero”, L’impegno politico ed intellettuale dello scrittore lo hanno portato a scontrarsi più volte con la giustizia nel suo paese, divenendo testimone di molteplici battaglie. Nel 2000 con “Il mio nome è rosso” , tradotto il ventiquattro lingue, stupisce il mondo. E’ infatti grazie a questo che lo scrittore riceve l’International IMPAC Dublin Literacy Awards.

Il libro nero di Orhan Pamuk

Da qui molti titoli cominciano a popolare la bibliografia dell’autore. Una scrittura fortemente identitaria che si ambienta tra le vie di Istanbul, le storie di famiglia e la complessità politica del paese. Una guida autorevole che ci porta alla scoperta della sua terra attraverso odori, colori, sentimenti.  E’ una città malinconica  quella  raccontata in “Istanbul”  attraverso arte, storia, letteratura, vita vissuta e ricordi d’infanzia. La famiglia borghese, la sua dimora da cui guarda la città, la decadenza dei vicoli di un mondo diviso tra oriente e occidente. Chiunque voglia recarsi in questa splendida città deve aver letto almeno una volta questo libro.

Instambul di Orhan Pamuk

Nel 2015 Einaudi porta in Italia“La stranezza che ho nella testa” , definito vicino alla narrazione del romanzo vittoriano. La vita di un’intera famiglia raccontata attraverso le diverse voci, un romanzo corale che appassiona. Descrizioni che scavano nell’intimo dei personaggi, tradizioni che divengono spina dorsale del presente e del  futuro. Dalla prima pagina all’ultima vediamo l’evoluzione di un paese in continuo mutamento, che guarda con uno sguardo malinconico e sognante verso il passato. Le abitazioni di fortuna dei lavoratori degli inizi del Novecento si raffrontano con l’urbanizzazione massiva dei primi anni 2000. Dalla prima all’ultima pagina il cambiamento del mondo nelle storie e vicende di due famiglie.

La stranezza che ho nella testa – Orhan Pamuk

“La donna dai capelli rossi”: ancora un viaggio emotivo

Pamuk torna nel 2016 con un nuovo romanzo dal titolo “La donna dai capelli rossi” . L’ossessione di un uomo, la bellezza di una donna, di sfondo Istanbul nel 1980. L’instabilità politica, la violenza, un padre scomparso, la passione per i libri: da qui parte il protagonista, Cem. Un altro romanzo che costruisce la narrazione sui sentimenti ed i luoghi riconoscendo lo stretta sintonia tra i ricordi, le persone, lo spazio. Una donna è al centro del racconto, un’attrice bellissima, dai capelli rossi, chiave del racconto. Non vi possiamo dire altro, perché dovete correre a leggerlo. Però prima andate a leggervi gli altri ebook di Pamuk presenti in ReteINDACO, perché, come si deduce dalla sua scrittura, il valore di ciò che è stato da forza a ciò che è. Imparate a conoscerlo e lo amerete.

La donna dai capelli rossi – Orhan Pamuk

___________________________________________

Post a cura di Flavio Conia – Redazione ReteIndaco