Non c’è gusto senza te, 50 anni dopo


Non c’è gusto senza te, 50 anni dopo non è proprio il titolo dell’ebook di cui vi voglio parlare, o meglio lo è solo in parte.

Ma proviamo a raccontare con ordine.

Qualche giorno fa, fra le novità di ReteINDACO, mi colpisce la copertina di un nuovo ebook.

E’ edito da HarperCollins Italia : “Non c’è gusto senza te” . Non è l’immagine, molto carina, che ha catturato la mia attenzione, è il nome di una delle autrici: Gloria Brolatti.

Gloria Brolatti ? Ma possibile che sia lei?

Dalle nebbie della memoria mi appare una bambina bionda, dolcissima, due occhi azzurri, capelli biondi lunghissimi, … non ci credo … ma è la Gloria Brolatti delle MIE elementari? Non ci posso credere.

Ma non è finita qui.

Nel cercare in rete notizie su Gloria e avere la conferma che sia proprio lei, leggo che il giorno dopo sarà a Ravenna (la mia città) con Edy Tassi (l’altra autrice),  per la presentazione del libro. E’ veramente incredibile!

E così, dopo 50 anni ci siamo incontrate nuovamente. Ciascuna di noi col proprio percorso di vita. Ma per un attimo è come se fossimo tornate indietro, ai tempi della scuola.

Gli occhi azzurri, il sorriso dolce. Gloria non è cambiata.

Naturalmente ho letto l’ebook, subito. In una sera, tutto d’un fiato.

Non c’è gusto senza te: è da gustare

E’ una lettura piacevole, un testo divertente, non impegnativo, che racconta una bella favola a lieto fine.

E’ un libro per quando si è tristi o giù di corda. Su di me ha avuto lo stesso effetto di una tazza di cioccolata calda sorseggiata durante una serata fredda e piovosa.

Edy Tassi è colei che ha steso la maggior parte del testo, una penna sicura di sè, che fa scivolare via la narrazione. Edy non me ne voglia se parlo soprattutto di Gloria. Ma si sa, 50 anni dopo. Fa un certo effetto.

Gloria che oltre ad essere una giornalista è una foodblogger, ha curato le ricette.

Sì perchè “Non c’è gusto senza te” è un libro di amore e cucina.

E i protagonisti sono lo chef Massimiliano Vialardi e la foodblogger Caterina Malena.

Due che non hanno niente in comune, soprattutto la cucina.  Una pasta alla Norma destrutturata e le frittelle di zucchine? Un’ostia di polpo e un biscotto al cioccolato? Niente in comune.  Proprio niente. Ma, si sa, da cosa nasce cosa e poi …

Una nota finale :  “Trafelate in cucina” è il nome del blog di Caterina. Io mi ci sono rivista. In cucina. Trafelata come sempre.

 

 

 

 

Foto della presentazione a Ravenna (autrice Edy Tassi).

 

______________________________________

Il post è di  Anna Busa – Redazione ReteINDACO

Creative Commons – Attribuzione – Non Commerciale – Condividi allo stesso modo 3.0 Italia