Buon San Valentino con ReteINDACO


Buon San Valentino …  ricorrenza dedicata agli innamorati  … ma da dove ha origine questa festa ?

Per gli antichi romani, in febbraio, periodo che era prossimo alla primavera, iniziavano le celebrazioni dei Lupercali, per tenere i lupi lontano dai campi coltivati. Era una festa in cui venivano compiuti riti propiziatori ed era dedicata alla fertilità.

Nel 496 d.C. Papa Gelasio annullò la festa pagana decretando che venisse seguito il culto di San Valentino, vescovo romano  martirizzato. Valentino dedicò la vita alla comunità cristiana e alla città di Terni. È considerato il patrono degli innamorati poiché la leggenda narra che egli fu il primo religioso che celebrò l’unione fra un legionario pagano e una giovane cristiana.

 

Nei Paesi anglosassoni il tratto più caratteristico è lo scambio (risalente al XIX secolo) di «Valentine», bigliettini d’amore con le sagome dei simboli dell’amor romantico (cuori, colomba, Cupido). La più antica «Valentine» di cui si abbia traccia risale al XV secolo, e fu scritta da Carlo d’Orléans, allora detenuto nella Torre di Londra dopo la sconfitta alla battaglia di Agincourt (1415). Carlo si rivolge alla moglie con le parole: «Je suis déjà d’amour tanné, ma très douce Valentinée».

 

Per festeggiare San Valentino, abbiamo pensato di proporvi alcune ricette di Giallo Zafferano tratte dalla collezione videoRai di ReteINDACO dedicate a questo giorno “speciale” per gli innamorati.

Poche portate ma delicate e golose: un risotto, piccoli cuori di pasta sfoglia, i biscotti di San Valentino e  una splendida torta al cioccolato a forma di cuore.

 

Iniziamo col RISOTTO DEGLI INNAMORATI …  tre

a seguire i CUORICINI DI SFOGLIA …

uno

Ed ecco i BISCOTTI DI SAN VALENTINO

due

e la  TORTA A CUORE 

quattro

 

Il post è a cura della Redazione ReteINDACO

Creative Commons – Attribuzione – Non Commerciale – Condividi allo stesso modo 3.0 Italia