Le fiabe di Charles Perrault


Il 12 gennaio 1628 nasce a Parigi Charles Perrault.  Google festeggia il suo 388° compleanno con questo bellissimo doodle e ci offre lo spunto per un viaggio digitale fra le risorse ReteINDACO .

doodle

Perrault apparteneva ad una famiglia alto borghese, vicina alla Corte di Francia, numerosa e adeguatamente facoltosa: il padre Pierre Perrault, avvocato al parlamento di Parigi, e il fratello Claude Perrault, medico e architetto, cui si deve la facciata del Louvre. Studiò legge  e lavorò nell’ambito dei servizi statali.

Un avvocato, quindi, che divenne autore di fiabe quasi settantenne. Infatti Histoires ou contes du temps passés, avec des moralités  fu pubblicata a Parigi nel 1697 presso Claude Barbin.

Divenuta nota, in seguito,  col titolo Contes de ma mère l’Oye  conteneva 8 fiabe

A queste fiabe si aggiungono tre testi dei Contes en vers, pubblicati precedentemente:

  • Pelle d’asino (Peau d’âne) che Perrault aveva scritto in versi e pubblicato nel 1694 (la versione in prosa, più tarda, non è sua e variamente attribuita, ad esempio alla nipote Mademoiselle Lhéritier);
  • Griselda (Griselidis)
  • I desideri inutili (Les souhaites ridicules)

 

Ed ora vediamo cosa ci offre ReteINDACO

Scegliamo alcune proposte  da una lista di alcune decine di risorse diverse fra loro per tipologia (ebook, audiolibri, … ) e lingua, …

 

Gli audiolibri

Non possiamo non iniziare con l’ascoltare le versioni in lingua francese dei Contes en vers e delle Histoires ou contes du temps passés, avec des moralités disponibili in due audiolibri LibriVOX – InternetArchive

Contes_vers_1107 histoire

Una traduzione celebre è quella pubblicata da Carlo Collodi ne I racconti delle fate. Voltati in italiano la cui prima edizione risale al 1876, Firenze, Paggi.  Si tratta di libere traduzioni dal francese di : “Barba-blu”, “La bella addormentata nel bosco”, “Cenerentola”, “Cappuccetto Rosso”, “Il gatto con gli stivali”, “La Bella e la Bestia”.

Grazie a LiberLiber ne proponiamo una versione in audiolibro, ad esempio disponibile in Biblioclick e una in pdf . A queste si aggiungono altri ebook di edizioni diverse di cui riportiamo alcuni esempi.

fiabe

Le Grandi Fiabe Narrate offrono “un’esperienza di narrazione immersiva, con un testo recitato da attori, musica, effetti sonori speciali e illustrazioni a colori. La voce narrante e ogni personaggio hanno voci diverse facilmente riconoscibili. Tanti suoni e rumori (porta che si chiude, vento che soffia, oggetto che si frantuma), collegati agli avvenimenti della fiaba, arricchiscono l’esperienza narrativa facilitando il coinvolgimento dei più piccoli.”

 

Ebook ed articoli

Molto interessante questo articolo disponibile dalla collezione DOAJarticle di ReteINDACO intitolato Magie de l’image: Alterité, merveilleux et définition générique dans les contes de Perrault di Daphne M. Hoogenboezem corredato da splendide immagini tratte da edizioni antiche (di seguito un esempio tratto dall’articolo ).

perrault-doaj

Finemente illustrate, nell’edizione Rizzoli, collane Le Grandi Fiabe e le Grandi Fiabe Narrate troviamo gli ebook : Cenerentola, Barbablù, Pollicino, La Bella addormentata, Il Gatto con gli stivali, …

fiaberizzoli

 

 

focus

Completiamo il post con questo articolo tratto da Focus.it dedicato a Perrault che contiene alcune interessanti riflessioni sulle differenze fra le favole “originali” e le versioni che conosciamo. “Prendiamo per esempio Cappuccetto Rosso. La versione di Perrault finisce drammaticamente quando la bambina viene mangiata dal lupo. Senza cacciatori salvifici e tagli nella pancia del lupo. Ma con la morale lapidale: non fidarsi degli sconosciuti.”

 

__________________________________________

Il post è a cura di Anna Busa – Redazione ReteINDACO

Creative Commons – Attribuzione – Non Commerciale – Condividi allo stesso modo 3.0 Italia